STL Group La garanzia di un servizio completo, professionale, d’eccellenza ed al passo coi tempi.
  • 0302006879 – 035241110
  • info@stlgroup.eu

Sanificazione da Coronavirus

I Coronavirus sono una vasta famiglia di virus le cui principali conseguenze per l’uomo sono infezioni all’apparato respiratorio, problemi gastrointestinali, febbre. La diffusione avviene attraverso il contatto stretto con una persona malata, principalmente attraverso il respiro delle persone infette. Il virus può sopravvivere sulle varie superfici per tempi anche lunghi.

Allo scopo di prevenire la diffusione del Virus è importante effettuare operazioni ordinarie e straordinarie di igienizzazione e sanificazione degli ambienti e di quanto in essi contenuto, operazioni che sono da ripetere nel tempo.

CREDITO D’IMPOSTA PER LE SPESE DI SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Per le imprese e per i professionisti e previsto un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro con un limite di spesa di 20.000,00.
Tale credito d’imposta è soggetto al limite di euro 50 milioni di euro. Per le modalità di applicazione e fruizione del credito sarà necessario attendere l’emanazione di apposito Decreto.

Metodi di sanificazione

STL Group ha elaborato tre metodologie di intervento per la sanificazione dei vostri locali e di quanto in essi contenuto, anche da Coronavirus.
Le diverse metodologie permettono l’applicazione in tutte le tipologie di ambienti, su ogni superficie od impianto:

icon-ozono

Ozonizzazione

Grazie al suo potere ossidante, l’ozono è in grado di distruggere batteri, muffe e anche i virus. E’ l’unico intervento che permette una sanificazione totale dell’ambiente e del suo contenuto e che alla fine del trattamento non lascia alcun residuo.

nebulizzazione-icon2

Nebulizzazione

Con appositi macchinari vengono nebulizzati specifici prodotti negli ambienti. Il prodotto agisce abbattendo la carica microbica eventualmente presente sanificando i locali ed il contenuto.

prodotti-chimici

Sanificazione manuale chimica

Questo metodo prevede l’applicazione manuale o a bassa pressione di idonei prodotti chimici che con le loro proprieta’ sono in grado di eliminare gli agenti patogeni da qualunque superficie trattata.

L’ozonizzazione

Cos’è L’OZONO?

L’ozono è un gas naturale altamente instabile, dotato di un grande potere ossidante è una molecola costituita da 3 atomi di ossigeno(O3). L’ozono è presente in natura come un gas di colore blu dall’odore acre pungente, la sua concentrazione nell’atmosfera è di circa 0,04 ppm. Tale gas si forma naturalmente nell’atmosfera e in particolare nell’ozonosfera.

L’ozono come agente disinfettante e disinfestante.

L’azione ossidante esplicita dell’ozono ha fatto si che sin dalla sua scoperta fosse utilizzato come agente battericida, fungicida e inattivante dei virus. A differenza dei disinfettanti classici (es. il cloro) che rilasciano residui inquinanti, l’ozono si decompone in ossigeno.
L’ozono è stato riconosciuto dal Ministero della Salute (Protocollo n. 24482 del 31 luglio 1996) presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti contaminati.

Applicazioni.

La caratteristica predominante dell’ozono è che in condizioni atmosferiche standard è in fase gassosa, favorendo numerose applicazioni in campo igienico-alimentare. L’ozono grazie al suo elevato potere ossidante è in grado disinfettare, disinfestare, degradare ed eliminare qualunque elemento inquinante o nocivo come VIRUS, ACARI, INSETTI, SPORE, MUFFE, SOSTANZE CHIMICHE DANNOSE, FUMO E ODORI, il tutto in modo totalmente naturale. La sua applicazione permette grande rapidità di intervento e consente di raggiungere anche gli spazi scarsamente accessibili.

L’emivita della molecola di ozono dipende dalla temperatura: a 20° C la concentrazione di ozono si dimezza in 40 minuti, a 30° C in 25 minuti, a -50° C dopo 3 mesi. Con apposita ventilazione dei locali è possibile accelerare i tempi di abbattimento rendendo i locali frequentabili in poco tempo.
Non ci sono residui da smaltire, il trattamento può essere pilotato propriamente ogni volta che si desidera. L’ozono essendo un gas penetra ovunque, per questo motivo, se prodotto in quantità adeguate, si può definire “a copertura globale”.
A differenza della sanificazione manuale o per nebulizzazione riesce a garantire il trattamento di tutte le superfici sia del fabbricato che di quanto ivi contenuto.

L’ozonizzazione deve essere realizzata da personale qualificato che sappia preparare gli ambienti in modo adeguato e che sappia programmare i macchinari per il corretto ciclo di trattamento e il corretto processo di aereazione per rendere i locali nuovamente sicuri ed immediatamente fruibili.

Preparazione ambienti

Prima di procedere con la disinfezione tramite ozono, si consiglia di effettuare una pulizia accurata dei locali per permettere una miglior azione del trattamento.
Essendo più pesante dell’aria l’Ozono penetra in profondità nelle fibre dei tessuti (tappeti, moquette, coperte, ecc.), proprio là dove si annidano i microrganismi, agendo in profondità con grande efficacia. Un’azione che dà i suoi risultati anche su mobili, muri, tappezzerie, pavimenti, soffitti e qualsiasi luogo del locale non raggiungibile da un trattamento manuale.

Protocollo operativo

Ciclo di Trattamento:

  • Fase di condizionamento (iniezione di Ozono nel locale).
  • Fase di trattamento (tempo necessario per la sanificazione).
  • Fase di areazione (eliminazione dell’Ozono).

Il nostro operatore con i DPI del caso, predisporrà il macchinario, programmando il programma più indicato per il vostro locale, in base alle dimensioni e alla temperatura come da Linee Guida.
Predisporrà avvisi visivi dei locali in fase di trattamento.
Non sono necessari particolari trattamenti per la fine delle operazioni se non permettere all’Ozono di degradarsi ad ossigeno con una buona aereazione rispettandone la tempistica naturale.
Non ci saranno residui inquinanti da smaltire. (fonti: Fan et al, 2007).

Inattivazione di batteri, virus e muffe in seguito ad ozonizzazione

(fonti: Edelstein et al., 1982; Joret et al., 1982; Farooq and Akhlaque,1983; Harakeh and Butle, 1985; Kawamuram et al. 1986)

BATTERI (E. Coli, Legionella, Mycobacterium, Fecal Streptococcus) _ concentrazione OZONO 0,23 ppm – 2,2ppm _ esposizione <20minuti

VIRUS (Poliovirus type-1, Human Rotavirus, Enteric virus) _ concentrazione OZONO 0,2 ppm – 4,1ppm _ esposizione <20minuti

MUFFE (Aspergillus Niger, vari ceppi di penicillum, Ccladosporium) _ concentrazione OZONO 2 ppm _ esposizione <60minuti

Covid-19. E’ stato dimostrato che l’ozono disattiva il coronavirus SARS; la struttura del nuovo coronavirus 2019-nCov o COVID-19 è quasi identica a quella del coronavirus SARS.

Impianti di climatizzazione estiva e invernale.

È possibile prevedere la sanificazione degli impianti di climatizzazione presenti nella struttura come climatizzatori split, ventilconvettori ecc.
Alla presenza negli ambienti di impianti ad aria primaria per la climatizzazione, come fancoils, appare correlata  la presenza di cariche batteriche totali aerodisperse significative più alte; questi apparecchi, di uso comune negli uffici, ricircolano l’aria ambiente per ore aumentando il rischio di contaminazione biologica.

Pulizia e sanificazione canali aeraulici

Se presenti, è raccomandata la sanificazione anche di questi impianti, intervento spesso non considerato; il mancato od inadeguato svolgimento della manutenzione delle apparecchiature della Ventilazione Meccanica e delle diramazioni dei canali nonché delle griglie terminali può compromettere la qualità dell’aria. Filtri sporchi possono provocare un notevole accumulo di polveri e residui. Il ruolo degli impianti e la loro  manutenzione e’ fondamentale per la qualità dell’aria indoor. La tipologia d’impianto e la sua manutenzione appare correlata al grado di contaminazione microbiologica dell’aria. Risulta determinante non solo la manutenzione ordinaria, ma anche quella straordinaria, per il mantenimento di condizioni igienico sanitarie adeguate.

Domande frequenti

Non è possibile definire una tempistica di trattamento, in quanto la stessa dipende da molteplici fattori (metratura, cubatura, disposizione ambienti, del contenuto, ecc…) che ne influenzano la durata, la disposizione dei macchinari, l’inserimento e il supporto di eventuali ausili per la diffusione.
Solamente dopo aver conosciuto il campo di applicazione in cui andremo ad operare, sarà possibile definire tempi di applicazione e i macchinari più idonei.

Dipende dall’ambiente da trattare. Deve essere stilato un programma d’uso in base alle relative esigenze personali e di necessità. Ad esempio in una stanza d’albergo si consiglia l’uso ogni qual volta cambia l’ospite della stanza.

No, l’ozono ha agito anche in profondità (nelle moquetes, nelle tende, ecc) ed il suo effetto continua fino a quando gli agenti esterni non annullano i suoi effetti (vedi domanda seguente).

Come tutti i trattamenti di igienizzazione e deodorazione “classici” anche questo ha effetto fino a quando gli eventi esterni non modificano l’ambiente aumentando la carica microbica e/o odori sgradevoli.

A fine trattamento i nostri operatori, attraverso specifico strumento per la rilevazione di ozono nell’aria, verificano la concentrazione di ozono presente nell’aria in cui i macchinari operavano, andando ad accertare di aver saturato l’ambiente.

Grazie all’esperienza acquisita ed ai macchinari professionali adoperati tale trattamento è completamente sicuro, in quanto la quantità di ozono prodotto e i tempi di utilizzo non possono essere in nessun modo “pericolosi”.

La nebulizzazione

Con appositi macchinari si procede a nebulizzare un idoneo prodotto nei locali e sugli arredi.
Il prodotto nebulizzato, depositandosi nell’ambiente e sul relativo contento, abbatte la carica microbica presente sui materiali, espletando l’effetto sanificante.
I prodotti che vengono utilizzati sfruttano il loro potere ossidante.
I prodotti usati da STL Group sono stati selezionati e studiati per evitare gli effetti ossidativi tipici dei prodotti normalmente utilizzati che potrebbero intaccare e danneggiare le superfici trattate.
Il trattamento e’ indicato per tutti quegli ambienti ove risulta non percorribile la sanificazione con ozono.

La sanificazione manuale

Si tratta di interventi effettuati impiegando specifici e selezionati prodotti che adeguatamente stesi sulle superfici esplicano il loro effetto sanificante.
Il limite più evidente di tale processo è legato al fatto che la sua azione può avvenire solo laddove sia possibile arrivare con l’applicazione manuale, limite che diviene vantaggio qualora sia necessario limitare l’azione di sanificazione a zone circoscritte non compartimentabili.

Richiedi un preventivo

Dati Aziendali


Comune *


Dati Referente




Dati luoghi da sanificare